Il sindaco Stacca replica sulla questione rifiuti

Mario Stacca, Sindaco di Altamura

Altamura (Ba). Il sindaco di Altamura Mario Stacca, respinge l’accusa di eccessivo zelo e velocità nei confronti della ditta che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, la Tradeco, lanciatagli dal Movimento civico Aria Fresca. Il presidente della Regione Nichi Vendola ha emesso una ordinanza che obbliga i Comuni del Bacino Bari 4 a inviare i rifiuti indifferenziati prima all’impianto di bio-stabilizzazione dell’Amiu a Modugno e poi alla discarica di Giovinazzo. Con un’ordinanza il Comune di Altamura si assume gli oneri relativi al trattamento e smaltimento previsti dai passaggi nei due nuovi impianti, “detraendo mensilmente dal canone annuo la quota afferente al costo di smaltimento prevista dal vigente contratto”. “Ad oggi non abbiamo ancora certezza dei costi aggiuntivi – aggiunge Stacca – perché l’Ato Bari 2 non ha comunicato la delibera con cui validava le tariffe Amiu o Daneco. E’ inutile parlare a vanvera. Abbiamo già inviato una richiesta di chiarimenti all’Amiu e al Bacino Bari 2 e per conoscenza al presidente della giunta regionale e al neo assessore all’Ambiente Nicastro, affinché sia riconosciuta ai Comuni una eventuale indennità di partecipazione ai costi aggiuntivi. Quanto alla sua ordinanza replica: “non potevo lasciare i rifiuti per strada. Dovevo garantire l’allontanamento dalla città”.