Il nuovo programma regionale d’inclusione sociale

Potenza. 8 milioni ed 840 mila euro per finanziare il Programma di intervento per l’inclusione sociale e lavorativa di coloro che sottoposti a provvedimento dell’autorità’ giudiziaria in Basilicata. Il nuovo piano è stato presentato alla stampa dall’assessore alla formazione Antonio Autilio. Le principali novità di una azione amministrativa, definita tra le prime in Italia per complessità e fondi a disposizione, sono sostanzialmente due: la creazione di una maggiore sinergia di cooperazione tra istituti ed organismi dell’Amministrazione Giudiziaria; e la trasformazione degli istituti di pena da “contenitori” a strutture di servizio per l’intera comunità regionale. “Anche per l’inclusione sociale come è già accaduto per la scuola e gli ammortizzatori sociali la Regione” ha detto Autilio “si sostituisce alla carenza di interventi finanziari dello Stato investendo con risorse del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 per dare risposte efficaci ai bisogni di tipologie specifiche di cittadini e delle loro famiglie. Il lavoro” ha proseguito l’assessore “rappresenta indubbiamente l’elemento più rilevante per attuare efficacemente qualsiasi intervento di inclusione sociale. Quanto all’attuazione degli interventi del Programma, la Regione “ha concluso Autilio “procederà all’affidamento delle attività di formazione agli enti di settore e in parte alle Agenzie Provinciali Apof-Il di Potenza e Ageforma di Matera”. Alla conferenza stampa hanno anche la dirigente generale del Dipartimento Maria Teresa Lavieri, il dott. Pietro Guastammachia per il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria della Basilicata, il dott. Angelo Meli, direttore del Centro per la Giustizia Minorile per la Calabria e la Basilicata, insieme ad altri dirigenti e funzionari dell’Amministrazione Penitenziaria e Giudiziaria e all’assessore provinciale di Matera Auletta.

Share Button