Donna sequestrata in Senegal libera per un sms

La cartina geografica del Senegal

La cartina geografica del Senegal

Una donna italiana di 29 anni, originaria di Cantù (Como), che era stata sequestrata in Senegal, è stata liberata. Lo hanno reso noto i Carabinieri di Matera che, su segnalazione dei genitori della donna, in vacanza a Ferrandina (Matera), hanno contribuito alla liberazione. La persona che ospitava la donna nello stato africano l’aveva rinchiusa in un’abitazione e le aveva sottratto passaporto, bagagli e documenti per impedirle di ritornare in Italia, pretendendo del denaro in cambio. Di nascosto, però, la donna è riuscita ad informare i suoi genitori con un sms. Il Comandante della Stazione Carabinieri di Ferrandina, poi, sempre tramite sms, è riuscito a comunicare con la donna, cercando di
acquisire elementi utili a rintracciarla: descrizione dei luoghi, eventuali mezzi di trasporto e tempi di viaggio. Le informazioni acquisite sono quindi state fornite al personale della Ambasciata Italiana a Dakar, che ha inviato sul
posto personale della Gendarmeria Senegalese. Gli agenti sono così riusciti a rintracciare la donna in un villaggio situato a circa 100 km dalla capitale dello stato africano. Nel pomeriggio di ieri la 29enne è stata accompagnata all’Ambasciata Italiana di Dakar e, in serata, è ripartita diretta in Italia. Del caso si sta occupando la Procura della Repubblica di Roma. Il sequestratore è stato deferito in stato di irreperibilità per sequestro di persona a scopo di estorsione commesso all’estero. Felici i genitori della ragazza che espresso il loro apprezzamento e ringraziamento per l’operato dei Carabinieri.

Share Button