Legalità: presentato Pon 2014-2020, 377 milioni per cinque Regioni del Mezzogiono

Dal rafforzamento della legalità passa lo sviluppo economico del Mezzogiorno. E’ questo lo spirito che anima i progetti per il Pon Legalità 2014-2020 del ministero dell’Interno. I contenuti e le risorse finanziarie a disposizione, circa 377 milioni di euro, sono stati presentati a Catanzaro nel palazzo della Prefettura da Matteo Piantedosi, l’autorità gestione Pon e vicecapo della Polizia.  Il programma, destinato alle cinque regioni meridionali Calabria, Sicilia, Campania, Puglia e Basilicata, è stato suddiviso in 5 assi: sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione e di analisi intelligente dei dati; presidio dei contesti vulnerabili attraverso la videosorveglianza; recupero patrimoni confiscati con la realizzazione di centri di accoglienza ed iniziative per prevenire la devianza giovanile; legalità ed inclusione sociale tramite interventi mirati a favorire l’orientamento e la formazione nel lavoro; competenze per le forze di polizia a rafforzare le competenze del personale degli enti locali. Tra le principali novità introdotte dal Pon Legalità, quella legata agli interventi di ristrutturazione di beni confiscati che verranno finanziati per il perseguimenti di fini istituzionali come ad esempio centri di accoglienza per immigrati regolari e richiedenti asilo e protezione internazionale; ma ci sarà anche uno stanziamento per levare la qualità delle macchine amministrative degli enti locali. La prefettura di Catanzaro, assieme a quella di Caserta, è stata scelta come struttura pilota; ma saranno tutte le restanti Regioni a poter mettere su una strategia attraverso i bandi che verranno pubblicati già nel prossimo autunno.

Share Button