FCA. Cala il titolo in borsa per voci “dieselgate” in Germania

Coinvolgerebbe anche la Fiat Chrysler Automobiles, la cui produzione com’è noto è attiva anche a Melfi, in provincia di Potenza, la notizia trapelata nelle ultime ore dalla stampa tedesca secondo la quale il Lingotto utilizzerebbe speciali apparecchiature con l’obiettivo di superare il test di omologazione sulle emissioni nocive.

Il governo federale rivela sempre la stampa tedesca – e la apprendiamo dal quotidiano economico italiano “Il Sole 24 Ore” – avrebbe inviato il rapporto in questione alla Commissione europea. In borsa la vicenda, dai contorni ancora incerti dice sempre Il sole 24 ore ha provocato un forte calo del titolo Fca. Ieri a Milano ha perso il 4,4% a 6,03 euro. Secondo le informazioni raccolte negli ambienti comunitari, la lettera di cui ha parlato domenica scorsa Bild am Sonntag potrebbe giungere all’esecutivo comunitario nelle prossime ore. Caso simile ricordiamo è scoppiato In settembre ed ha colpito Volkswagen. La casa automobilistica tedesca ha ammesso di avere utilizzato speciali apparecchiature informatiche per ridurre le emissioni nocive – si tratterebbe di ossidi di azodo al momento dei test, con notevoli ripercussioni dal punto di vista del fatturato.

Share Button