Potenza. Differenziata, da Comune e Acta sconto di 1,4 milioni con riduzione tassa per cittadini

Un taglio della tariffa rifiuti per i cittadini pari a 1,4 milioni di euro, mediamente il 10% dell’importo della Taric (Tassa rifiuti corrispettiva). Altrove, duplicata con l’avvio della differenziata, mentre a Potenza viene ridotta.
Questa la novità principale emersa dal Sindaco di Potenza, Dario De Luca, insieme all’assessore all’Ambiente Rocco Coviello e all’Amministratore unico di Acta, Roberto Spera, durante la conferenza stampa per esporre il quadro sulla raccolta differenziata dei rifiuti nel capoluogo lucano.
In quasi tre anni dall’avvio – è emerso – si è passati dall’emergenza e percentuali sotto soglia a valori virtuosi come modello sul piano nazionale. In prossimità della raccolta “porta a porta” per altre 2 mila utenze, circa 7 mila persone – nel territorio compreso tra Macchia Romana e Costa della Gaveta, Piano San Nicola, Piani del Mattino e contrada Serra – confermato il 67% raggiunto dal servizio con alcuni rioni fino al 90%: si stima di superare entro il 2019 il 70% di rifiuto differenziato e con obiettivo di diventare il primo capoluogo di regione a ‘rifiuti zero’. In queste ore, inoltre, iniziati i lavori del nuovo centro di raccolta nell’area del nodo complesso a Gallitello e sarà trasferito l’ufficio che si occupa della tassa sui rifiuti da Sant’Antonio la Macchia al centro storico presso l’edificio che ospita l’Istituto Comprensivo Torraca-Buonaventura in via del Popolo.

Share Button