Ex Fibronit. Sopralluogo del Sindaco di Bari Decaro con gli assessori regionali Giannini e Stea

Sopralluogo del Sindaco di Bari Decaro con gli assessori regionali Giannini e Stea sul cantiere della ex Fibronit per condividere il progetto del parco della rinascita.

Si torna sul cantiere della bonifica dell’ex Fibronit. Lo fa il primo cittadino di Bari, Antonio Decaro, accompagnato dagli assessori regionali Giannini e Stea per condividere il percorso per la realizzazione del parco della rinascita. Una visita che ha permesso di fare il punto della situazione verificando le ultime fasi di lavorazioni del cantiere, che riguardano le operazioni di riempimento con il terreno vegetale di quelle aree impermeabilizzate che, almeno per i primi anni, non potranno essere calpestate. Infatti si possono già vedere una specie di barriere di pietrame che isolano le stesse dalla restante area, che invece sarà destinata a parco urbano completamente utilizzabile. Il Comune di Bari già da tempo ha affidato l’incarico per la progettazione del parco della Rinascita e al momento si sta lavorando sul progetto preliminare che è già stato oggetto di confronto con gli operatori del settore, con i cittadini, le associazioni, il comitato Fibronit e la consulta dell’ambiente. “I lavori alla ex Fibronit sono sostanzialmente terminati – dichiara il sindaco Decaro – l’impresa sta ultimando piccole attività prima di consegnare il cantiere. Oggi però possiamo dire che l’area è interamente bonificata e questa zona, sgombera da tutti gli edifici della ex fabbrica, non fa più paura a nessuno”. Un sopralluogo voluto dal Decaro per condividere con gli assessori regionali il percorso che porterà alla realizzazione del grande parco. Il progetto dello stesso, fa sapere Decaro, verrà presentato in Regione per chiedere un finanziamento per realizzarlo. “Procederemo per stralci funzionali – ha continuato – e la Regione oggi ci ha confermato la volontà di mettere a disposizione le risorse che ci serviranno per avviare il cantiere per lotti, in modo da restituire ai cittadini parte di quest’area il prima possibile”.

Share Button