Matera. Avviati dal Comune i lavori “post crollo” di Calata e Recinto Ridola

Sono stati avviati ieri i lavori di consolidamento e riqualificazione di Calata Ridola e Recinto Ridola. Consisteranno nella messa in sicurezza e nel consolidamento degli ipogei e soprattutto sono finalizzati a riattivare la viabilità pedonale di collegamento del centro storico (via Ridola e Piazzetta Pascoli) con il Sasso Caveoso.

L’intera zona interessata dal cantiere era stata investita da un crollo avvenuto, dopo due giorni di abbondanti precipitazioni piovose, nella notte del 6 marzo 2008. Il cedimento aveva distrutto due livelli sovrapposti di ipogei e interrotto la viabilità pedonale di un importante asse viario per la fruizione turistica dei Sassi.

Dopo un primo intervento di messa in sicurezza e la rimozione delle macerie, predisposti dall’Amministrazione comunale nell’immediatezza dell’evento, il 30 agosto scorso è stato consegnato il cantiere alla ditta appaltatrice (Costruzioni industriali, Srl di Matera) che dovrà lavorare al rifacimento integrale degli ipogei e della sovrastante strada di collegamento.

Le opere, che consisteranno anche nel ripristino e nella realizzazione delle reti (fognatura, acqua, gas e illuminazione pubblica) oltre che della pavimentazione e dei parapetti in muratura di tufo, avranno un costo complessivo di 500mila euro e dovranno essere concluse entro 240 giorni. Direzione lavori, coordinamento della sicurezza e contabilità dei lavori saranno effettuate dai tecnici dell’Amministrazione comunale.

“Si apre un altro cantiere in città – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Trombetta – per riqualificare un’area turisticamente strategica per il collegamento del centro storico col Sasso Caveoso. Dopo il crollo del 2008, quella zona era rimasta impraticabile ed entro l’avvio della prossima stagione turistica, i lavori saranno conclusi. Il percorso di accelerazione dei programmi da parte dell’Amministrazione comunale è ormai costante. Nei prossimi giorni partiranno altri cantieri e molti sono già operativi, segno che il Comune ha lavorato bene e sta lavorando a pieno ritmo per il 2019 per raggiungere gli obiettivi che la città si è prefissa”.

Share Button