Libera a Barletta ha organizzato due incontri per dire “No” alla mafia

Libera a Barletta ha organizzato due incontri per dire “No” alla mafia, sensibilizzando i più giovani a un consumo critico delle proprio risorse in occasione della manifestazione ADDIOPIZZO

Due giorni per dire no alla Mafia. Ogni anno, il 21 marzo, Libera celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. In attesa del primo giorno di primavera, Libera Barletta ha cercato di smuovere le coscienze, di chiedere all’opinione pubblica di essere attenta, ai cittadini di segnalare e agli imprenditori di denunciare, in occasione di due eventi seminari sul tema “consumo critico”. Consumo critico delle proprie risorse: è fondamentale conoscere anche quello che si consuma. Legge bene un’etichetta per contrastare la mafia. Perchè la mafia va a passa spedito, cerca di conoscere gli stili culturali e si aggiorna proprio per ingannare i più giovani. Dall’incontro del consumo responsabile viene lanciato l’appello del consumo critico, per evitare anche di alimentare un’altra grande piaga della società italiana, quale il gioco d’azzardo

 

Share Button