Festa 2 luglio: presentato il bozzetto del carro trionfale

Un manufatto in stile barocco tradizionale, con una trentina di puttini, statue, tra le quali quella di papa Paolo VI, una sequenza di alto e bassorilievi istoriati: caratterizzeranno il carro trionfale di cartapesta, ispirato al tema evangelico “I discepoli di Emmaus. Icona per un percorso solidale”, per l’edizione 2018 della Festa in onore della Patrona di Matera, Maria Santissima della Bruna.

Lo si è appreso nella Cattedrale, in occasione della presentazione del bozzetto vincitore realizzato dagli artisti e fratelli Raffaele e Claudia Pentasuglia, eredi di una famiglia che ha realizzato dal secolo scorso a oggi 53 carri trionfali. I giovani artisti che sono già al lavoro presso la “fabbrica del carro” al rione Piccianello, saranno affiancati nella realizzazione del manufatto – che sarà pronto per il mese di giugno – da Domenico Dell’Osso che curerà disegni e dipinti, dal falegname Massimo Casiello per lo scheletro del carro, e da un pool di cartapestai composto da Matteo Cannavacciuolo, Giancarlo D’Ercole e Michele Pentasuglia.

Sul carro della edizione 2018 troverà posto anche la ruota di cartone scelta dagli stessi artisti, in occasione della festa del #menouno per Matera 2019, prelevata dalla struttura modulare e poi distrutta, che rappresentava una chiesa dei rioni Sassi. Il presidente dell’associazione Maria Santissima della Bruna,Domenico Andrisani, e l’arcivescovo di Matera, mons. Giuseppe Antonio Caiazzo, nel presentare i lavori che hanno concorso nelle categorie professionali e non professionali, hanno rimarcato la partecipazione di giovani artisti e artigiani che rappresentano la continuità per la tradizione della festa del 2 luglio.

Share Button