Bisceglie. Decade per incompatibilità il sindaco Spina, il vice porterà a termine il mandato

La retribuzione da parte del Comune all’avvocato Francesco Spina, per tre incarichi legali, svolti prima che il legale diventasse sindaco del comune di Bisceglie, nella provincia Bat della Puglia, ieri sera ha determinato la decadenza del primo cittadino, che avrebbe dovuto portare a termine il suo mandato nel 2018.

Ora, come previsto dal testo unico degli enti locali in caso di decadenza del primo cittadino, a portare a termine il mandato sarà il vicesindaco. A favore della decadenza, nella serata di ieri, hanno votato i consiglieri comunali di maggioranza. Spina, eletto in una coalizione centrista, oltre un anno e mezzo fa, era passato, con la sua maggioranza, al Partito democratico.

La richiesta di retribuzione degli incarichi, era giunta a palazzo di città ad aprile scorso, mentre a giugno scorso il sindaco aveva citato in giudizio il comune per la mancata liquidazione. Atto, questo, che di fatto aveva aperto la via alla sua incompatibilità: il sindaco che cita in giudizio il suo comune. Lunedì, intanto, a palazzo di città, alle 10.30, Spina ha convocato una conferenza stampa.

Share Button