Vietri di Potenza. La rievocazione storica in onore di Sant’Anselmo martire

Il 6 maggio una rievocazione storica che è già un successo

È il “miracolo dei buoi” uno dei momenti più importanti della rievocazione storica in onore di Sant’Anselmo martire – ambientata nel 1616 – che sabato prossimo, 6 maggio, andrà in scena per le strade di Vietri di Potenza (Potenza) e che, nonostante sia alla seconda edizione, è già un successo che promette di attrarre migliaia di persone.

Quel giorno del 1616, infatti, il carro che trasportava le reliquie di Sant’Anselmo si appesantì al punto da non poter più proseguire: la comunità di Vietri capì il senso del miracolo e volle il Santo come Patrono (i fedeli però giurano che fu il Santo a scegliere loro).

Particolare importante: su un altro carro viaggiavano le reliquie di San Valentino martire, che in un primo tempo erano destinate a Vietri. Quel carro continuò la marcia regolarmente, mentre quello con le reliquie di Sant’Anselmo di bloccò: per la pietà e la fede popolare un altro “segno” inequivocabile. La rievocazione comincerà alle ore 19 in piazza dell’Emigrante con l’accoglienza del Duca di Sangro che, per volere del padre, aveva deciso di donare le reliquie alla comunità di Vietri; in viale Tracciolino si potrà assistere al “miracolo dei buoi”; più avanti, in un piazza, la consegna delle reliquie stesse al popolo vietrese davanti al notaio Marcello De Marco; infine, l’ingresso in chiesa e un “videomapping” sulla facciata del tempio. Lo scorso anno, fu tale l’affluenza di popolo che lo spettacolo – che “emozionò e impressionò tutti”, sottolinea l’associazione Sant’Anselmo martire – fu replicato quattro volte.

Share Button