Nuovi indirizzi per piazza della Visitazione, l’amministrazione comunale di Matera ha incontrato la comunità

Piazza della Visitazione (Matera)

Piazza della Visitazione (Matera)

“Aderendo alle sollecitazioni giunte dall’architetto Paolo Irene dell’associazione MapArt, dal Consigliere comunale Paolo Manicone oltre che da professionisti e singoli cittadini”, nella serata del 18 aprile a Matera, l’Amministrazione Comunale ha incontrato in un dibattito, presso l’auditorium Gervasio, la comunità per un confronto sul futuro di Piazza della visitazione, in particolare sugli indirizzi da dare a questo spazio dopo la prima proposta di massima presente nel piano particolareggiato redatto dal professor Stefano Ciurnelli, il quale incaricato dal Comune di Matera, ha tenuto conto sopratutto della necessità di ridefinire i flussi veicolari ( ogni giorno in centro transitano 16.000 auto con punte di 26.000). Oltre 15 gli interventi della comunità sul palco del Gervasio tra semplici cittadini, tecnici ed esponenti politici comunali, tutti prevalentemente concordi nel non volere lì ulteriori volumetrie, nel voler trasformare la Scuola Torraca, per esempio, in un centro polifunzionale, nel desiderare in quel contesto una sala Consiliare, un teatro e preponderanti, rispetto al resto dell’area, spazi verdi, eliminando la possibilità di inserire passerelle sopraelevate; dai più, in tal senso, è stato portato ad esempio un progetto già esistente di Carlo Aymonino. In tutto ciò – è emerso dal confronto – sarà importante risolvere l’aspetto del traffico per la cui questione potrà risultare funzionale – è stato evidenziato – il punto intermodale nascente delle Fal a Serra Rifusa, con corse più frequenti dei treni o i parcheggi interrati. Anche se non tutti – si è registrato nel corso del confronto – vedono di buon occhio la presenza delle Fal in Piazza Visitazione o la realizzazione di parcheggi interrati. Il Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri – ha trovato i suggerimenti giunti dalla platea sostanzialmente in linea con le idee dell’Amministrazione comunale che immagina in quello spazio un luogo di aggregazione intergenerazionale senza cemento; una piazza – in sostanza – innovatrice dal punto di vista sociale. Quella di Ciurnelli – ha detto ancora De Ruggieri – è una traccia su cui lavorare. Ci sarà ora un bando per l’individuazione di una personalità che assorba i nostri indirizzi con un concorso di progettazione.

I SUGGERIMENTI EMERSI DURANTE L’INCONTRO

 

LA RISPOSTA DEL SINDACO DI MATERA RAFFAELLO DE RUGGIERI

Share Button