TPL Potenza. Sindacati chiedono intervento del Prefetto

Il Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro.

Due mensilità non erogate ai dipendenti e pessima gestione degli addetti alle pulizie. E’ quanto sollevato dalle segreterie regionali di FIT Cisl e Ugl Autoferrotranvieri, le quali si dicono preoccupate dalla situazione che interessa il servizio di Trasporto Pubblico Locale a Potenza in capo alla società Trotta Bus Service.

Nonostante un atto di liquidazione del comune, effettuato il 30 marzo per una cifra di quasi 557 mila euro, secondo i sindacati, è evidente un “atteggiamento di lassismo da parte dell’amministrazione comunale – è scritto in una nota – che da anni ormai si rende corresponsabile di azioni” che ledono l’attività di “152 lavoratori monoreddito”.

Nello stigmatizzare il comportamento della Trotta Bus Service, oltre al mancato pagamento dei salari, responsabile di condizioni di lavoro definite “abominevoli”, i rappresentanti dei lavoratori hanno sottolineato anche la situazione dei 7 dipendenti rimasti disoccupati e che per 10 anni hanno svolto il servizio di pulizia, sostituiti di recente da altre unità a tempo indeterminato. “Chiediamo a gran voce – hanno concluso – l’intervento del Prefetto Cagliostro, per ristabilire un clima di legalità e serenità”.

Share Button