Bari, giro di prostituzione minorile intorno allo stadio San Nicola

Il sindaco Decaro: “Una vergogna, c’è indagine della Procura. Da un mese i vigili al lavoro per allontanare da lì i bambini e le famiglie”

“Una vergogna che ci siano orchi balordi che cercano le prestazioni sessuali dei bambini”. Così il sindaco di Bari Antonio Decaro ha commentato sulla sua pagina di Facebook il giro di prostituzione minorile al centro di un’inchiesta della Procura di Bari e svelato da un servizio delle Iene nel quale un bambino di otto anni di etnia rom racconta alle telecamere il suo inferno. “Al momento c’è un’indagine in corso, avviata qualche mese fa, che ha portato ai primi arresti”. Il parcheggio dello stadio San Nicola è il quartier generale dei minori che si prostituiscono. “Da oltre un mese – scrive il sindaco su Facebook – la polizia municipale con i servizi sociali ha allontanato i primi bambini dalla strada e dalle famiglie che probabilmente li sfruttavano”. “Altri due bambini – aggiunge Decaro – sono stati accompagnati in comunità grazie alla segnalazione delle Iene che ho personalmente girato alle forze dell’ordine il giorno stesso in cui hanno registrato il servizio. Stiamo cercando di prenderci cura dei bambini, facendo il possibile per allontanarli da tutta questa crudeltà”. “Sono sicuro – conclude – che le forze dell’ordine faranno presto chiarezza e spero che queste persone orribili, sfruttatori e clienti, possano marcire in galera per il resto della loro vita”.

Share Button