A Potenza le “notti brave” dei weekend preoccupano gli abitanti del centro storico

A Potenza, il weekend di notti brave in centro storico presenta il conto ogni lunedì. L’allarme viaggia sui social ed arriva da residenti e frequentatori di quello che dovrebbe essere il “salotto buono” del capoluogo lucano, durante le ore notturne, trasformato in discarica a cielo aperto per lo schiamazzo libero.

Carte, bottiglie e altri tipi di spazzatura vengono puntualmente depositati nei vicoli che circondano via Pretoria e luoghi simbolo.

Uno spettacolo affatto gratificante dopo la bella cartolina televisiva d’inizio anno che aveva fatto risplendere il cuore pulsante della città. Per molti, la colpa sarebbe delle intemperanze di alcuni gruppi di ragazzi con lasciapassare dei pochi controlli.

Notizia di questi giorni, il governo nazionale ha emanato il decreto sulla sicurezza urbana che concede ai sindaci pieni poteri sul rispetto dei luoghi pubblici: in particolare, saranno inflitte sanzioni da 300 a 900 euro e l’allontanamento fino a 48 ore per chi lede il decoro e si rende protagonista di abuso di alcolici e droghe, prostituzione ostentata, accattonaggio e commercio abusivo.

Una soluzione richiesta anche nel centro storico, preoccupati da fenomeni negativi in ascesa. Non dovesse bastare una tirata d’orecchie? Per i recidivi previsto il Daspo urbano fino a 12 mesi, ben più grave da 1 a 5 anni per chi spaccia sostanze proibite nei locali notturni.

Share Button