- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Storie di disabilità e disagi: la protesta del materano Marzio Muscatiello . Il Comune: valuteremo le richieste

Marzio Muscatiello, un disabile di 67 anni, si è incatenato stamani davanti al Municipio di Matera per protestare “contro i ritardi della burocrazia, che da cinque anni – come ha raccontato ai giornalisti – mi impediscono di accedere e di muovermi in casa a causa della persistenza di barriere architettoniche”.

L’uomo, invalido al cento per cento e costretto su sedia a rotelle, ha chiesto in passato agli uffici tecnici del Comune l’adeguamento funzionale interno e dell’accesso della abitazione per accedere a due finanziamenti, rispettivamente di 20 mila e 25 mila euro.

“Ma quei soldi non sono finora mai arrivati a casa di una graduatoria regionale da rispettare. Nel frattempo è stato montato un montascale, ma non posso utilizzarlo per motivi tecnici e né posso raggiungere una motocarrozzetta, per la quale serve uno spazio custodito. Non rispondo più delle mie azioni – ha detto Muscatiello, ex dipendente comunale che abita in un alloggio popolare di 40 metri quadrati al rione Spine Bianche -. Chiedo al Comune e alla Regione di rimuovere tutti i ritardi che mi impediscono di muovermi come gli altri. Mi devo limitare anche per la pulizia personale perché il bagno di casa non è mai stato adeguato, con la eliminazione delle barriere architettoniche”.

L’uomo ha invitato altri disabili a unirsi in comitato e ha annunciato che continuerà la protesta in altri luoghi, “fino a ottenere giustizia”.

Successivamente, in un comunicato diffuso dall’ufficio stampa dell’amministrazione municipale, il Comune di Matera ha reso noto che “si è tenuto stamane, nella sala degli Uffici politiche sociali l’incontro fra Marzio Muscatiello e un funzionario della struttura comunale al quale l’uomo ha illustrato le sue richieste che nei prossimi giorni verranno valutate. Nel corso dell’incontro si è fatto il punto dello stato dell’arte dell’intera vicenda di cui l’amministrazione comunale si è già occupata nei mesi scorsi”.

Share Button