Cestrim, a Potenza palloncini in aria contro la tratta di esseri umani

Nell’ambito delle iniziative per la 10a Giornata Europea Contro la Tratta degli essere umani, a Potenza il Centro Studi e Ricerche sulle Realtà Meridionali ha scelto la Ferriera in via della Siderurgica nell’area industiale, luogo simbolo della prostituzione in città, per denunciare lo sfruttamento delle donne italiane e straniere.

In particolare, sono stati liberati dei palloncini al cielo per comunicare lo slogan dell’iniziativa internazionale #liberailtuosogno.

Il presidente del Cestrim, Don Marcello Cozzi, ha parlato di una domanda di sesso a Potenza in aumento rispetto agli anni passati e che tocca in particolare giovani nigeriane, rumene e sudamericane. Un trend confermato dai dati contenuti nell’ultimo dossier “Persone Non Cose”. “Si tratta di un fenomeno preoccupante – ha dichiarato Rosaria Lamorte, tra le volontarie che portano assistenza alle vittime di prostituzione – che riguarda indistintamente tutti e sul quale non si può restare indifferenti. Il primo passo – ha sottolineato – è denunciare per uscire dal tunnel della schiavitù.”

Share Button