Il senatore Di Maggio contro il “discutibile progetto di riqualificazione” di Piazza V. Veneto a Matera

Con un’interrogazione al Ministro per i Beni e delle attività culturali, il senatore Tito Di Maggio (Cor) ha chiesto di verificare che tutte le procedure per gli interventi di riqualificazione di piazza Vittorio Veneto, previsti da un progetto del Comune di Matera per 786 mila euro, siano state “eseguite secondo le norme vigenti e, in particolare, se esistano il parere della Soprintendenza, il progetto esecutivo e se il progettista abbia le competenze necessarie a firmare il progetto”.

Di Maggio – che stamani ha illustrato l’interrogazione ai giornalisti – ha chiesto, inoltre, se siano state correttamente utilizzate le risorse a disposizione o “se siano utilizzate risorse accantonate per altri interventi”.

Il parlamentare ha spiegato che la vicenda ha avuto un iter “così veloce e imprevisto, tale da suscitare un acceso dibattito e l’intervento del consiglio dell’ordine degli architetti, oltre che di comitati di quartiere, professionisti e cittadini”.

Di Maggio, che ha inviato l’interrogazione anche all’Autorità anticorruzione, ha aggiunto che la questione “presenta vizi formali che lasciano perplessi. La piazza della città – ha commentato – è cosa nostra, dei cittadini, ed è giusto che se ne parli per tempo e ci si confronti, per quello che rappresenta come raccordo tra i rioni Sassi e il centro urbano”. (ANSA)

Share Button