Potenza. Appello alle istituzioni dai sindacati sul Trasporto Pubblico Locale

 I lavoratori del settore del trasporto, a Potenza, “sono stati costretti nel corso del 2015 a lavorare a settimane alterne a causa del ‘nuovo piano trasporti’ e della chiusura dell’impianto di scale mobili ‘Santa Lucia’, con continui ritardi sulle retribuzioni: basti pensare che le mensilità di novembre, dicembre e la tredicesima mensilità del 2015 sono state erogate solo a maggio 2016”.

Lo hanno reso noto, in un comunicato congiunto, le segreterie regionali di Fit-Cisl, Uilt-Uil e Ugl trasporti, lanciando poi “un appello al Prefetto di Potenza, Marilisa Magno, al presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, al presidente del Consiglio Regionale, Franco Mollica, e all’assessore regionale ai trasporti, Aldo Berlinguer, sulla gravissima situazione nella gestione del trasporto pubblico urbano di Potenza”.

Riferendosi poi al nuovo gestore del trasporto pubblico a Potenza (la società “Trotta”) i sindacati hanno evidenziato che, in seguito a una runione convocata dal Prefetto “per cercare una risoluzione ai 17 punti dello stato di agitazione proclamato lo scorso 6 giungo, gli amministratori della società, invece di ricercare soluzioni, hanno continuato ad avere un atteggiamento provocatorio nei confronti delle organizzazioni sindacali e delle Rsa”. Dopo lo sciopero proclamato oggi, “i 147 lavoratori – hanno concluso i sindacati – sperano in un intervento delle istituzioni, per mettere finalmente un po’ di chiarezza in tutta questa vicenda che ormai dura da troppo tempo”. (ANSA)

Share Button