Pomarico. Dopo la chiusura dell’ufficio di collocamento il sindaco: preferiamo Matera a Tinchi

Il Sindaco di Pomarico Francesco Mancini, raccogliendo e facendo proprie le istanze della sua comunità, richiede a gran voce che Pomarico, per quanto concerne l’Ufficio di collocamento, rientri nella competenza territoriale di Matera e non di Tinchi.

Dunque, i cittadini vorrebbero rivolgersi agli uffici della vicina Matera, la quale li ha già respinti vista l’incompetenza territoriale che farebbe capo invece a Tinchi.

“Le ragioni sono ovvie – precisa il primo cittadino, – i migliori collegamenti con la città di Matera, facilitano i

Francesco Mancini - sindaco di Pomarico

Francesco Mancini – sindaco di Pomarico

cittadini che possono usufruire di tale servizio con maggiore comodità”. E aggiunge “Se immaginiamo una pubblica amministrazione vicina ai cittadini e al servizio di questi, è d’obbligo immaginare di eliminare gli ostacoli burocratici che rendono più complesso il servizio pubblico”.

Rafforzando questo ultimo concetto il sindaco inoltre ha richiesto il ripristino presso la sede comunale dello sportello facente capo allo stesso ufficio di collocamento per almeno un giorno a settimana. La richiesta è già stata inoltrata agli organi competenti i quali hanno accolto positivamente l’istanza presentata dal sindaco. Il presidente della provincia, confermando la sua forte sensibilità verso questo tipo di problematiche ha rassicurato che troverà nell’immediato una soluzione che possa soddisfare tutti.

Share Button