Isolaverde, operai bloccano Taranto: “Basta prenderci in giro”

Tornano a protestare gli operai di Isolaverde, senza stipendio da dieci mesi: “Non possiamo pagare bollette e affitti. Siamo alla disperazione”.

Alcuni lavoratori hanno posizionato in mezzo alla strada cassonetti dei rifiuti per impedire il passaggio alle auto. Si registrano lunghe code in tutto il centro cittadino. Nei giorni scorsi era stato firmato un accordo tra organizzazioni sindacali, società Isolaverde, Regione Puglia, Provincia e Comune di Taranto con l’impegno dell’amministrazione provinciale a non procedere all’affidamento di lavori all’esterno per lavori e servizi che potrebbero essere affidati in via diretta.

La procedura di licenziamento è sospesa fino al 10 gennaio in attesa e nella speranza di trovare una soluzione. Intanto, il giudice della terza sezione civile del Tribunale di Taranto, Luciano Cavallone, ha accolto le richieste di pignoramento presentate dai primi 24 lavoratori per un importo complessivo di circa 80mila euro.

Altre quaranta richieste di pignoramento sono in attesa di risposta (ANSA)

Le interviste raccolte da Alessandra Martellotti

Share Button