Matera. Presentata in Municipio l’iniziativa “Noi Puliamo il Futuro”

Presentazione "Noi Puliamo il Futuro", da sinistra Acito (legambiente), Antonicelli e Zoccali (assessori Matera)

Presentazione “Noi Puliamo il Futuro”, da sinistra Acito (legambiente), Antonicelli e Zoccali (assessori Matera)

Il Comune di Matera e Legambiente coinvolgeranno i cittadini nell’iniziativa prevista per sabato e domenica prossimi intitolata “Noi Puliamo il Futuro”.

In conferenza stampa, nella sala Arrigoni del Municipio gli assessori all’Igiene e alla Istruzione e Politiche sociali, rispettivamente Stefano Salvatore Zoccali e Marilena Antonicelli hanno descritto il progetto civico (guarda l’intervista di Michele Cifarelli).

A Pio Acito, Disaster Manager di Legambiente il compito di illustrare le modalità delle due giornate.

“La comunità materana ormai partecipa da 20 anni a Puliamo il mondo. Quest’anno – ha spiegato – cambiamo la dicitura anche in considerazione della designazione di Matera a capitale europea della Cultura nel 2019. Legambiente con l’amministrazione comunale in poche settimane ha organizzato l’iniziativa. Due giornate di mobilitazione pulita in città.
Sabato 24 ottobre saranno le scuole medie a raccogliere quintali di rifiuti differenziati. I ragazzi, gli insegnanti e le famiglie saranno impegnati in queste operazioni. Quattro mezzi della società Progetto Ambiente percorrerà il circuito delle scuole cittadine, dalle 9 alle 12, e raccoglierà ciò che le classi avranno messo da parte.
Domenica 25 ottobre, appuntamento alle 9,30 per i cittadini volenterosi in piazza Vittorio Veneto, davanti al Banco di Napoli – ha precisato ancora Pio Acito – Finora contiamo sull’adesione di otto diverse associazoni, dagli scout, alle mamme, agli insegnanti che fanno doposcuola, ad altre associazioni ambientaliste”.
Il percorso sarà suddiviso in quattro aree, tutte nel centro storico. “Cominciamo dal Belvedere sotto piazzetta Pascoli – ha aggiunto ancora Acito – In città tutti i giorni arrivano centinaia di turisti ma fra loro alcuni non sono educati e gettano dalla balconata i loro rifiuti. Noi li puliremo.
Poi ci recheremo al celebre ponticello, sotto piazza Vittorio Veneto. Uno degli accessi più importanti dei Sassi, sporcato da colombi e residui organici. Il terzo spazio che puliremo è l’accesso al Parco della Murgia, da Porta Pistola lungo la scalinata, insieme a noi ci saranno gli scout e i volontari dell’associazione Trekking Falco Naumanni. Nei giorni scorsi una parte dei Sassi è stata sporcata con scritte sui muri – ha ricordato ancora – I bambini vicini a Legambiente aiutati dall’associazione di Mamme, Mom, le puliranno. Andremo poi in via San Biagio, via San Potito armati di spazzola di saggina e detersivo per piatti. Il sistema migliore e più efficace”.
A tutti verranno donati dall’assessorato all’igiene e da Legambiente guanti, ramazze e t shirt con il logo dell’iniziativa e arnesi per le operazioni.

“Ci auguriamo che domenica, alla fine dell’operazione, possa essere lasciata una città più pulita”.

Share Button