Potenza, atti vandalici in città: appello dell’assessore Salvia

Atti vandalici a Potenza - Nico BasileDisagio sociale? Mitomani? Semplici bravate? Qualunque sia la risposta, desta preoccupazione il ripetersi di atti vandalici nella città di Potenza.

L’ultimo in ordine tempo, registrato nella notte tra sabato e domenica scorsa, ha riguardato le vie del centro storico, dove alcuni cestelli di ghisa per la spazzatura sono stati divelti.

Un episodio, attribuito a gruppi di adolescenti, inserito di diritto nella lunga lista di danneggiamenti o deturpazioni che ormai non risparmia nessun’angolo del capoluogo, dagli immobili pubblici di Via Pretoria invasi dai writers alle abitazioni e auto in sosta di privati anche in periferia. Fatti, corredati da foto e video condivisi sui maggiori social network, su cui l’assessore comunale alle politiche giovanili Giovanni Salvia ha richiamato attenzione e rispetto delle regole.

“Il senso di disagio è evidente ed è problematica che riguarda tutti – ha dichiarato Salvia ai nostri microfoni – dalle istituzioni alle famiglie, alla scuola e alla chiesa, chiamati ad uno sforzo congiunto per riaffermare i valori di una società sana.”

L’assessore, nell’auspicare segnalazioni di cittadini e maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine, ha infine lanciato un appello al senso civico soprattutto giovanile. “Deve sempre passare il messaggio del rispetto comune. La città non può essere preda di vandali – ha concluso – così come la trattiamo, così la ritroveremo in futuro.”

Share Button