Potenza. La Polizia Locale intensifica i controlli su deiezioni canine

Deiezioni CaninePOTENZA – Controlli mirati per punire i trasgressori che non osservano il divieto di abbandono di “deiezioni canine” su suolo pubblico. Sono tante le segnalazioni da parte dei cittadini in merito ad abbandono di deiezioni solide di animali su suolo pubblico, in particolare su marciapiedi destinati alla circolazione pedonale, su prati e nelle aiuole di giardini pubblici destinati alla ricreazione ed allo svago, con conseguenti rischi per la salute della popolazione, in particolare per quella dei bambini.

I proprietari ed i conduttori dei cani sono obbligati a rispettare le norme contenute nell’ordinanza comunale nonché a tenere puliti i luoghi pubblici, con l’obbligo di munirsi di idonei attrezzi “paletta e sacchetto di plastica” per la raccolta degli escrementi. Divieto anche di condurre i propri cani senza guinzaglio in aree pubbliche o all’interno di aiuole e aree attrezzate al gioco per i bambini.

Nel pomeriggio di domenica, durante il servizio di pattugliamento all’interno del parco Elisa Claps, gli operatori procedevano al controllo di alcuni utenti muniti di cani al seguito; nel corso delle verifiche un cane risultava non iscritto all’anagrafe canina per cui al proprietario veniva irrogata una sanzione pecuniaria di euro 77,00. Nel medesimo contesto operativo, nel parco Montereale, nei pressi della piscina comunale veniva rilevata la presenza di un cane vagante in assenza di alcun conduttore; catturatolo, dalla verifica mediante lettore del microchip, risultava non iscritto all’anagrafe canina. I susseguenti accertamenti portavano ad individuare poi il proprietario al quale veniva contestata la sanzione pecuniaria di € 77,00 per la suddetta violazione (art. 3 e 5 Legge Regione Basilicata n. 6/1993 come previsto dall’art. 1 Legge 281/91).

In località Bucaletto, all’altezza della rampa di immissione sulla SS Basentana – direzione Matera, su segnalazione di un cittadino, gli agenti intervenivano per la presenza colà, già da alcuni giorni, di una carcassa di cane in putrefazione – probabilmente investito lungo la SS Basentana ed ivi abbandonato – del ché venivano interessati immediatamente i competenti organi per la rimozione e la bonifica del sito. L’operatività di detto personale non si è limitata solo agli animali d’affezione ma è stata estesa anche ad altri ambiti tra cui quello ambientale, infatti in questa via della Pineta, nel suolo sottostante la verticale del ponte Montereale concorrevano fattivamente a domare, con l’intervento dei Vigili del Fuoco, da essi stessi prontamente allertati, un principio di incendio di sterpaglie insistenti su una superficie di circa 10/15 mq latistante la rampa di scale di collegamento tra via della Pineta e via Viggiani. In contrada Pallareta, nei pressi dell’immobile già adibito a caserma dei vigili rurali, invece, rilevavano la presenza di rifiuti speciali abbandonati vicino a due cassonetti della spazzatura, consistenti in materiali ferrosi, bidoni di plastica e pneumatici, costituenti evidente segno di degrado ambientale e di possibile pericolo – attesa la stagione estiva – di incendio stante il limitrofo bosco. Di tanto veniva segnalato agli organi competenti per la rimozione.