Potenza, problema rifiuti: Assessore Pepe incontra vertici ACTA e CONAI

Comune di PotenzaPOTENZA – “Dote negativa” passata dall’amministrazione Santarsiero a quella del neo sindaco De Luca, torna a farsi sentire il problema rifiuti nella città di Potenza.

Situazione atavica per i cittadini – contribuenti, che a Potenza versano una delle tasse sui rifiuti più alte d’Italia e che puntualmente assistono a cassonetti stracolmi.

Qua e la, buona parte dei mezzi dell’ACTA – società gestore del servizio – si trovano a scarto ridotto a causa di guasti meccanici, in parte risolti solo a seguito di un primo versamento economico del Comune, a sua volta messo alle strette dalle officine in posizione creditoria.

Rispetto al passato non è ancora stata toccata la soglia d’emergenza ma è pur vero che la soluzione al costoso grattacapo è rappresentata dalla stazione di trasferenza – progetto che sorgerà nella parte a freddo di Vallone Calabrese, alle porte del capoluogo, e che consentirebbe finalmente di restituire dignità e respiro.

Intervenuto in queste ore, l’Assessore all’Ambiente Pasquale Pepe ha avviato una concertazione con i vertici ACTA e CONAI, ovvero il consorzio che darà il via alla raccolta differenziata grazie ad un bando regionale, in modo da approfondire le relazioni e programmare il futuro.

“Punteremo a governare la situazione attuale – ha dichiarato Pepe. Poi, “il Comune impiegherà le risorse già stanziare per 300mila euro, affinché venga risolto il problema strutturale.” Sui tempi non è dato sapere ma entro agosto si giungerà ad una definizione: l’attuale discarica, infatti, diverrà satura e visto il caldo estivo sarà davvero difficile far finta di nulla.

Share Button