Il Comune di Matera avvia i lavori sui marciapiedi in via Dante e al Palasassi

Matera - Via Dante

Matera – Via Dante

MATERA – L’ufficio stampa del Comune informa che “sono iniziati oggi i lavori di manutenzione e riqualificazione del Palasassi in viale delle Nazioni Unite”.

Il responsabile al ramo, l’assessore ai Lavori pubblici, Trombetta precisa che l’investimento complessivo è di circa 200 mila euro.

“Con questi lavori – afferma Trombetta – ripristiniamo la funzionalità delle piscine presenti nella struttura. In particolare, rifaremo la impermeabilizzazione del fabbricato, il pavimento della vasca piccola e riqualificheremo le gronde, i pluviali e la pavimentazione in parquet del campo gioco dell’edificio palestra. Inoltre, per quanto attiene il recente adeguamento dell’uscita di sicurezza del palazzetto realizzato attraverso la istallazione di nuovi infissi con maniglioni antipanico, abbiamo previsto l’allargamento della rampa per disabili”.

Sempre stamani sono iniziati i lavori di rifacimento dei marciapiedi in Via Dante. L’intervento prevede lo smantellamento del fondo esistente, la messa in posa dei pietrini (attualmente i marciapiedi sono di asfalto) e l’allargamento della carreggiata del marciapiede a 2 metri.

“In questo caso saranno predisposti, in prossimità degli attraversamenti pedonali, scivoli di accesso al marciapiede per rendere facilmente fruibili i percorsi alle persone con disabilità motoria ma anche delle persone anziane. Questo intervento rientra nell’ambito di un programma di riqualificazione di 2 chilometri di marciapiedi nel centro cittadino con investimento complessivo di circa un milione di euro”.

“A tutti questi interventi – afferma Trombetta – sta collaborando, in forma volontaria, Antonio Trevisani, presidente dell’associazione ”Sporting club disable onlus” per offrire suggerimenti e soluzioni in favore dei disabili. L’assessorato – conclude Trombetta – è aperto ai suggerimenti di tutte le realtà locali che in forma volontaria vorranno contribuire a eliminare le barriere architettoniche in città”.

Share Button