Accordo Unibas-Ardsu su residenze universitarie. Nuova casa dello studente a Potenza

Progetto Casa dello Studente - Potenza

Progetto Casa dello Studente – Potenza

POTENZA – L’Università della Basilicata e l’Ardsu (l’Azienda regionale per il diritto allo studio) hanno firmato un accordo di programma che riguarda la realizzazione della nuova casa dello studente, a Potenza, in via Cavour, e la gestione complessiva delle strutture: il documento è stato sottoscritto stamattina, nel capoluogo lucano, nel corso di un incontro a cui hanno partecipato il rettore dell’Ateneo, Mauro Fiorentino, il direttore dell’Ardsu, Rocco Greco, il direttore generale dell’Unibas, Lorenzo Bochicchio, e il responsabile del procedimento, Pierluigi Labella.

Il finanziamento complessivo per questo progetto è di circa 15 milioni di euro, da fondi della Regione Basilicata: la nuova residenza, nell’area dell’ex Fornace Ierace, permetterà di ottenere 200 posti letto per gli studenti.

L’iter burocratico è stato avviato, e l’obiettivo dell’Unibas è di affidare i lavori entro l’inizio del 2015. E’ previsto poi anche un appalto unico per la gestione delle case (pulizia, manutenzione, logistica): questo permetterà una razionalizzazione dei costi e una maggiore efficienza del servizio, in quanto affidato (attraverso un bando pubblico) a un unico soggetto privato che si occuperà delle strutture esistenti e di quelle che saranno poi completate, come la “casa” di via Cavour.

La nuova Casa dello studente sorgerà su un’area di circa cinquemila metri quadrati, messa a disposizione dal Comune di Potenza, e strategica, poiché a ridosso del Campus di Macchia Romana, e collegata con il centro storico della città attraverso un sistema di ascensori che sarà realizzato nell’ambito del progetto complessivo della mobilità del capoluogo lucano.

“Si tratta di un progetto importante – hanno spiegato i responsabili dell’iniziativa – perché da un lato offre nuova accoglienza agli studenti, qualificando ancor di più l’offerta dell’Ateneo e dell’Ardsu, e dall’altro permette la razionalizzazione e l’efficienza del servizio di gestione delle strutture, abbattendo i costi senza intaccarne la qualità”.