Potenza, “variante” Macchia Giocoli – Via dei Molinari: l’amministrazione comunale risponde alle critiche

18-07-13_Ass.Campagna_ComunePZPOTENZA – Alta densità di traffico e crescente urbanizzazione, da rurale a periferica fino ad essere snodo privilegiato con lo sviluppo dei quartieri Malvaccaro e Macchia Giocoli con Via del Gallitello.

A Potenza è conosciuta come l’area dell’ex Fornace del Gallitello (Cotto Coperture), stabilimento divenuto con gli anni tra i più importanti del proprio settore, “sfornatrice” degli stipendi di tante famiglie potentine che negli anni 60’ lasciavano i paesini limitrofi per trovare nuovo alloggio nel capoluogo.

Con la dismissione dei capannoni ed un primo abbandono, quei terreni sono stati riqualificati e destinati ad opere immobili. Una serie di nuovi palazzi pronti ad aprire i battenti che avrà urgente bisogno di opere pubbliche – assolutamente necessarie – per consentirne la completa fruibilità.
Da qui la progettazione di una “Variante al piano particolareggiato” che riguarda il comparto 3, vale a dire dall’ingresso a Macchia Giocoli fino all’incrocio tra Via dei Molinari e Via del Gallitello, che superato l’intero iter è passato alla fase esecutiva con opere di urbanizzazione connesse al comparto edilizio F5.

L’intervento, in pieno svolgimento, prevede l’ampliamento della parte terminale di via dei Molinari, con miglioramento della percorribilità della strada stessa che, nel tratto interessato, era caratterizzata dalla pericolosa strozzatura determinata dal preesistente ponticello di collegamento tra l’area di produzione e quella di stoccaggio della vecchia fornace, oltre alla realizzazione di una grande rotatoria per conferire maggiore fluidità.

Un pronti via comunicato con preavviso alla cittadinanza, dalla quale non sono mancate critiche all’indirizzo del Comune di Potenza. Infatti, per importanza di quel nastro d’asfalto – vuoi per abitudine e vuoi per il semplice accesso dei residenti e degli operatori economici – l’apertura dei cantieri ha suscitato perplessità con riferimento alla chiusura al traffico, quasi a voler forzatamente transennare il chilometro interessato.

Al riguardo, il vicesindaco e assessore all’Urbanistica potentino Pietro Campagna, accompagnato dal dirigente Rocco Robilotta e da altri tecnici comunali, ha effettuato nella mattinata di oggi (18 luglio) un sopralluogo per verificare lo stato di attuazione dei lavori. Una visita, non sappiamo se programmata già in precedenza, anche per stemperare i commenti giunti tramite Facebook.

“Il tutto – si legge nella nota del Comune riportante virgolettato dell’Assessore – con un onere di oltre un milione di euro, che è a sua volta parte di un più complessivo intervento di urbanizzazione dell’intero comparto edilizio per circa sette milioni di euro, già appaltati a totale e completo carico del Consorzio privato proponente, che ha peraltro già ceduto gratuitamente all’Amministrazione oltre il 50% della superficie dell’intera area, in applicazione dei nuovi principi del Regolamento urbanistico”.

Sulle critiche mosse, soprattutto sulla chiusura del tratto terminale di via dei Molinari non preventivamente e adeguatamente segnalata, Pietro Campagna si è scusato ed ha dichiarato: “si protrarrà per tutto il tempo necessario alla esecuzione dei lavori, è stata determinata proprio dalla inevitabile necessità di realizzare una pista provvisoria – carrabile e pedonale – che consentisse di bypassare, in totale sicurezza, il tratto chiuso, pista che sarà comunque aperta e disponibile entro il 21 luglio prossimo, come previsto dall’apposita ordinanza emanata dall’Amministrazione.”

Insomma, i disagi esistono ma il Comune si è fatto garante per la verifica del rispetto dei tempi. Muniti di sana pazienza e “sbarrando la strada” alle polemiche, l’augurio è che il risultato apporti rapidamente dei miglioramenti a beneficio di pedoni e automobilisti, per necessità o meno costretti per alcuni giorni a compiere giri interminabili per arrivare a destinazione.