Critiche al Comune di Matera per la chiusura senza preavviso degli accessi ai “Sassi”

Matera – Critiche al Comune di Matera da parte di numerosi residenti nei rioni Sassi per la chiusura senza preavviso degli accessi di via D’Addozio e via Bruno Buozzi, nel primo caso disposta con ordinanza n°241 del 15 settembre scorso. Tale ordinanza impone il divieto di transito dal 17 settembre al 17 novembre 2012 con orari che vanno dalle 7 alle 13 e dalle 14 alle 17. Come segnalato da alcuni residenti, in riferimento a quanto capitato mercoledì 26 settembre ’12, in mattinata, senza nessun cartello che preannunciasse i lavori, la viabilità su via Buozzi era completamente interdetta, mentre su via D’Addozio, pur con il divieto di transito come da ordinanza, vi era e vi è attualmente la possibilità di procedere con il proprio veicolo attraversando una ridottissima corsia in cui bisogna scansare transenne ed operai al lavoro. In merito alla chiusura di via Buozzi, nel pomeriggio dello stesso mercoledì, su sollecitazione anche dei residenti è stata rimossa perchè priva di ordinanza. L’amministrazione comunale si è attivata pertanto per una delibera d’urgenza, la numero 254, e in serata ha bloccato nuovamente la strada per un intervento urgente sulla condotta fognaria all’altezza di via San Pietro Caveoso. Il divieto di transito sarà vigente fino a lunedì primo ottobre e creerà non pochi disagi ai residenti che, fatta eccezione per coloro che risiedono nella parte alta di via Buozzi, dovranno per forza di cose attraversare l’unica piccola corsia ora presente su via D’Addozio per raggiungere il piano. Se poi ci aggiungiamo il malcontento dei residenti per illuminazione insufficiente, nettezza urbana sommaria, mancanza totale di servizio di trasporto pubblico se non in occasioni speciali, manutenzione ordinaria e straordinaria del demanio con vicinati disabitati e stracolmi di macerie e rifiuti di ogni genere, e tanto altro, la situazione diventa davvero imbarazzante per un patrimonio mondiale dell’umanità.

Share Button