Ancora un incontro a Matera sulla questione scuola di via Bramante.

La scuola di via Bramante.

Matera – Ennesimo incontro sabato 8 settembre dei genitori degli alunni del plesso di via Bramante a Matera, per il quale il sindaco ha disposto agli inizi di agosto la chiusura immediata per mancanza dei requisiti antisismici. Si cerca una soluzione condivisa che, seppure temporaneamente, possa trasferire le 20 classi totali in un unico stabile. Si discute alla presenza di rappresentanti sindacali, lo si è fatto dinanzi al prefetto, nel frattempo si è costituito anche un comitato di controllo che possa vigilare sull’operato degli amministratori sull’intero settore scolastico. Ieri, durante l’ultimo animato incontro, varie sono state le proposte avanzate, anche quella di non portare i propri figli a scuola, ma l’intento era produrre un documento unico da poter presentare all’amministrazione comunale, costantemente invitata a dare risposte certe su tempistiche e sul da farsi per il plesso di via Bramante: si vuole capire se le intenzioni sono quelle di ricostruirlo, ipotesi più paventata, o di riqualificarlo, cosa che forse andrebbe fatta per gran parte degli istituti scolastici cittadini, i quali potrebbero in molti risultare privi di requisiti antisismici. Genitori e rappresentanti sindacali, ma anche insegnanti continuano a rigettare l’ipotesi del trasferimento di 8 classi all’istituto Marconi e l’obiettivo sembrerebbe raggiunto: di fatto le classi interessate potrebbero trasferirsi tutte all’istituto Olivetti, che in origine aveva soltanto un’aula disponibile, ora ne avrebbe almeno 5 e si sta spingendo affinchè diventino appunto 8. Il documento che sarà presentato chiederà proprio questo, accettando anche la soluzione temporanea del trasferimento di 4 classi in via Lazzazzera, 6 in piazza degli Olmi e 2 in via Greco. Si richiederà sempre una struttura unica nella zona nord della città, individuata nel centro commerciale il Circo: sarebbe da sistemare e se l’amministrazione comunale non è d’accordo che dia un’alternativa. Domani intanto in occasione del consiglio comunale di Matera, i genitori saranno in massa presenti per cercare di avere risposte concrete e tempestive sul futuro scolastico dei propri figli.

Share Button