I vigili omettono di compilare il verbale di multa. Paterino (Idv) interroga il Sindaco

MATERA – La multa sul parabrezza. Buona vecchia prassi, che consente al cittadino di procedere al pagamento della sanzione entro i 5 giorni successivi, senza doversi accollare le ulteriori ed eccessive spese di notifica, che ammontano oggi ad oltre 15 euro. Ma, secondo quanto denunciato dal consigliere comunale dell’Idv, Michele Paterino, che a sua volta si fa portavoce delle lamentele dei cittadini, gli agenti della Polizia Municipale e gli ausiliari del traffico ometterebbero, molto spesso, di compilare l’avviso di contestazione, con riferimento, in particolare, al divieto di fermata e di sosta. La compilazione dell’avviso di contestazione, riconosce Paterino, non costitisce un obbligo di legge ma sicuramente rappresenta una buona pratica. L’amministrazione comunale, rimarca Paterino, che sulla questione si fa promotore di una interrogazione consiliare, viene giudicata anche sulla base dei servizi erogati. La mancata apposizione, sotto il parabrezza, dell’avviso di contestazione non contribuisce a migliorare il rapporto tra i cittadini e l’istituzione della polizia municipale. Paterino scrive quindi al Sindaco e all’assessore di competenza, per conoscere quali provvedimenti saranno messi in campo, per sensibilizzare i vigili urbani e gli ausiliari del traffico, ad apporre sistematicamente l’avviso di accertamento. L’esponente dell’Idv pone però anche l’accento su un altro aspetto, relativo all’organizzazione del servizio di elaborazione e notifica dei verbali, da rendere, in tal caso, più razionale ed economica.

 

Share Button