Chianche annerite e Fontana Ferdinandea inattiva in piazza Vittorio Veneto.

La Fontana Ferdinandea.

Matera – Non solo i rioni Sassi e l’altopiano murgico tra le attrattive turistiche di Matera, in grado in una stagione estiva 2011, che ormai volge al termine, di far registrare una crescita esponenziale nel numero di visitatori quotidiani. Il turista, italiano o straniero che sia, raggiunge la città dei Sassi-patrimonio mondiale dell’Unesco sin dal 1993, anche per rendere visita alla centralissima Piazza Vittorio Veneto, tra le più belle dell’intero stivale vuoi anche per i sottostanti ipogei, ahimè ancora chiusi al pubblico, vuoi anche per la Fontana Ferdinandea di recente tornata nella sua postazione originaria dopo essere stata per lunghi anni posizionata dinanzi alla villa comunale di via XX Settembre. Una piazza luminosa, ancor di più quando a darle luce sono le luminarie installate per festeggiare la patrona della città, e raggiante in occasione di iniziative di intrattenimento, troppo poche però per una città che si candida a capitale europea della cultura ma soprattutto a polo attrattivo turistico dell’intera regione. Una piazza Vittorio Veneto cliccatissima anche sul web e proposta in numerosi scatti fotografaci, a conferma dell’indice di gradimento. Da ritenere saggia la scelta di promuovere il ritorno in piazza della Fontana Ferdinandea, promosso dall’allora senatore Adduce che ne favorì il finanziamento, e di fatto capitato poi con la precedente amministrazione; ora però, con l’ex senatore che occupa la poltrona di sindaco, la fontana ferdinandea è lì che giace silenziosamente in piazza Vittorio Veneto: rubinetti chiusi ed illuminazione serale rigorosamente spenta, quasi ad abbandonare a sé stesso il manufatto, senza conoscerne i motivi. A fare da cornice a tutto ciò poi le chianche antistanti, che ricoprono l’intera piazza, completamente annerite e usurate dal tempo. Quella che pertanto potrebbe essere un fiore all’occhiello della città la si rende simile alle piazze di quei borghi costruiti negli anni della riforma agraria ed ora del tutto abbandonati. Ed il materano, senza salire sul ring, rimedia un altro knock out.

 

Share Button