Area camper e via Rota: tutto resta immobile, tranne il terreno

L'area camper in costruzione

MATERA – Il futuro dell’area camper, che l’Amministrazione comunale, nonostante le difficoltà emerse in questi ultimi mesi, intende realizzare sulla collina di Serra Rifusa, è ancora tutto da definire. I cedimenti, sebbene le condizioni meteo siano notevolmente migliorate, continuano e sono abbastanza evidenti, al punto da ritenere impraticabile l’esecuzione del progetto a meno che non si prendano contromisure tecniche imponenti, in grado di frenare lo slittamento a valle della collina che in gran parte risulta costituita da terreni di riporto mai consolidati. Con la stagione turistica ormai alle porte, la città, che nel frattempo è diventata una tra le mete più gettonate dei vacanzieri nelle case a quattro ruote, è destinata a non poter mettere nella bacheca delle opportunità per i visitatori la presenza di una struttura fondamentale per un soggiorno all’aria aperta. Eppure dal Palazzo di città erano stati mandati chiari segnali sull’inaugurazione della struttura, prevista nella settimana di Pasqua, ma senza precisare l’anno. Quindi, nel turismo di casa nostra un buco, un’assenza che farà perdere altre opportunità di crescita sul fronte delle presenze. L’area camper, di là da venire, è strettamente collegata al riassetto idrogeologico dell’intera area sul cui margine sono state realizzate alcune abitazioni costrette a sopportare gli spostamenti della collina dell’area camper con la conseguente interruzione, che si è ripetuta diverse volte, dell’erogazione di acqua, energia elettrica e gas. Anche per gli abitanti di quegli alloggi non sono state prese le necessarie contromisure: la strada di accesso agli stabili è tuttora interdetta, è stata realizzata una pista provvisoria, c’è un progetto, a quanto pare costosissimo, per il rifacimento di via Nino Rota su cui amministrazione comunale ed impresa costruttrice non riuscirebbero a trovare un’intesa. Tutto fermo. Il futuro di una settantina di famiglie ancora da definire così come l’area camper la qual cosa, ma c’è anche dell’altro, non aiuta a considerare Matera città turistica.

Share Button