Rifiuti di Potenza a Matera: gli sviluppi

I camion di Tito

MATERA – Quarta giornata di presidio permanente davanti ai cancelli della discarica di La Martella, a Matera. La protesta pacifica dei manifestanti, residenti del borgo, attivisti dell’associazione “La Martella” e consiglieri comunali del gruppo civico di minoranza, va comunque avanti, dopo che questa mattina i camion carichi di immondizia giunti da Tito, e bloccati all’ingresso, hanno conferito nella discarica di Pisticci, e il sindaco ha assicurato che fino a quando il Consiglio comunale, in programma straordinariamente venerdì alle 17, non avrà deliberato sulla vicenda, non avverranno altri scarichi. L’assemblea, su cui è al lavoro la conferenza dei capigruppo, analizzerà la questione rifiuti nel suo complesso. I rappresentanti del comitato, intanto, sollecitano la revoca dell’ordinanza del Presidente della Regione, Vito De Filippo, che ha previsto il conferimento dei rifiuti a Matera. Sulla vicenda del trasferimento dei rifiuti potentini nella discarica di La Martella, inoltre, è intervenuto anche il consigliere regionale lucano del Pdl, Mario Venezia, presentando un’interrogazione urgente per conoscere le motivazioni che hanno indotto il Presidente della Giunta ad emettere l’ordinanza e per comprendere quali siano le reali cause che hanno indotto la Regione a non varare un piano dei rifiuti in linea con i tempi ed idoneo ad evitare situazioni incresciose simili a quelle della vicina Campania. “I cittadini sono stanchi ed esausti”, conclude Venezia, “sia per il continuo sperpero di denaro pubblico e sia per il palese e minimizzato rischio per la salute di un’intera comunità costretta a convivere con cumuli di rifiuti”.

Share Button