Arcelor Mittal: al via incontro governo-enti locali e parti sociali

Roma, 7 nov – E’ cominciato a Palazzo Chigi l’incontro convocato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con le istituzioni locali e le parti sociali su ArcelorMittal. Con il premier, otto ministri: Stefano Patuanelli (Sviluppo economico), Giuseppe Provenzano (Sud), Roberto Speranza (Salute), Teresa Bellanova (Agricoltura), Sergio Costa (Ambiente), Luigi Di Maio (Affari esteri), Nunzia Catalfo
(Lavoro), Francesco Boccia (Affari regionali).

Al tavolo sono inoltre presenti, tra gli altri, il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, il presidente della provincia di Taranto Giovanni Gugliotti, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Usb, Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil e Confindustria.(ANSA)

 

“Auspico non ci siano differenziazioni di colore politico, tra autorità nazionali e locali, con i sindacati e le associazioni di categoria. Oggi rinnovo l’appello: tutto il sistema Italia deve rispondere con una voce sola, senza polemiche o sterili disquisizioni che non hanno nessuna rilevanza esterna”. Lo ha detto Conte al tavolo su Ex Ilva a quanto si apprende.

“Questo sarà un tavolo permanente”: ha continuato il Premier – “Abbiamo anche proposto di fare di Taranto un hub europeo e internazionale – ha dichiarato – per quanto riguarda la transizione energetica nell’attività siderurgica. Questo anche per anticipare i tempi, considerato che la decarbonizzazione è una via obbligata”. Conte ha chiesto alle istituzioni locali di sostenere come parti civili la difesa del contenzioso.

“Se ci sarà il disimpegno da parte di ArcelorMittal, il primo step sarà la gestione commissariale al Mise”, ha dichiarato, inoltre, il Premier.

 

 

Share Button