Ex Ilva: Usb, operaio licenziato dopo segnalazione amianto

Taranto, 07 nov – ArcelorMittal ha licenziato un lavoratore dello stabilimento di Taranto che “ha denunciato attività in presenza di amianto e che si è permesso di ricordare ad Arcelor e al medico di fabbrica cosa prevede la legge in materia richiamando la sorveglianza sanitaria”.

Lo afferma il coordinatore provinciale dell’Usb di Taranto Francesco Rizzo, sostenendo che “questa l’ennesima ripicca della multinazionale. Dopo un nostro RSU che partecipò allo sciopero del 10 luglio ora tocca a un lavoratore manco a dirlo iscritto all’Usb. Comunque noi siamo tranquilli, il conto non tarderà ad arrivare per la multinazionale che agendo in questo modo fa solo terrore”. La lettera di contestazione risale al 9 ottobre scorso, quella di licenziamento al 31 ottobre. (ANSA)

Share Button