Un successo la prima edizione a Matera della Race for the Cure

Quasi 5000 iscritti e più di 300 Donne in Rosa alla prima edizione della maratona internazionale corsa per la prima volta nella Capitale europea della Cultura che ha guidato nella giornata del 29 settembre altre 15 città d’Europa

La Race for the Cure è un’iniziativa di Komen Italia per il Mese Internazionale della prevenzione dei tumori del seno.

Non puo’ che essere soddisfatto il comitato regionale lucano per la straordinaria risposta ricevuta in occasione della prima edizione della Race for the Cure, corsa idealmente anche da TRM network – che ha seguito la tre giorni al villaggio della Salute sul parco del Castello e con una diretta integrale della corsa – quale mediapartner dell’iniziativa di respiro europeo: Infatti le italiane Brescia e Matera sono scese in pista in contemporanea – grazie al lavoro di Think Pink Europe, il network di cui fanno parte 12 associazioni impegnate nella lotta ai tumori del seno e di cui Komen Italia è fondatore – anche Danzica, Bucarest, Atene, Bruxelles, Anversa, Namur, Sarajevo, Sofia, Spalato, San Pietroburgo, Belgrado, Braga e Prizren.

L’obiettivo del network europeo è quello di diminuire le disparità nell’accesso a cure d’eccellenza e ridurre il divario nell’assistenza sanitaria alle pazienti con tumore del seno tra le nazioni europee.

“E’ stata una bellissima festa questa manifestazione nella manifestazione, che è One Day One Race, che si è tenuta in 15 città in tutta Europa, una sede da cui partire più bella di Matera, capitale Europea della Cultura, non ci poteva essere”, ha detto Riccardo Masetti, Presidente di Komen Italia.

Da sinistra Maria Grazia Cucinotta, Riccardo Masetti, Laura Tosto

La responsabile territoriale di Komen in Basilicata, Laura Tosto è entusiasta: “Il battesimo della Race for the Cure a Matera è andato molto bene, abbiamo avuto una straordinaria partecipazione di tutta la città, anche di tanti che sono venuti da fuori, e il sole ci ha riscaldato in tutti i sensi! Grandissima l’emozione vissuta alla partenza, durante il percorso dei cinque e dei due chilometri, e soprattutto nella fase finale delle premiazioni, con le tante donne in rosa che hanno accompagnato il nostro percorso. È la prima edizione e abbiamo ancora tanta strada da fare, far crescere e radicare sul territorio il grandissimo impegno di Komen Italia anche in Basilicata, che ha già testimoniato un grande supporto in tutti questi mesi di avvicinamento alla Race for the Cure, ma che diventerà sempre più forte e più importante, a partire da oggi”.

In prima fila per il via all’appuntamento sportivo di domenica c’erano oltre a Masetti e Tosto anche Maria Grazia Cucinotta, madrina di Komen Italia insieme a diversi testimonial quali il giornalista Maurizio Mannoni, la scrittrice Catena Fiorello, la Presidente di CNA Impresa Donna Maria Fermanelli, Presidente CNA Impresa Donna e l’attrice-scrittrice Claudia Zanella. Per le istituzioni locali c’erano invece Giuseppe Tragni, vice sindaco del Comune di Matera e Assessore allo Sport e Marilena Antonicelli, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Matera.

Partner della prima ora di Komen Italia anche la Fondazione Johnson&Johnson, il cui direttore generale Barbara Saba in città per tutta la durata della tre giorni ha sottolineato  l’impegno “a favore delle donne, in particolare nella lotta contro i tumori del seno” che “non si limita esclusivamente a sostenere la Race for the Cure” dal momento che la Fondazione “sostiene anche le attività di prevenzione realizzate da Komen Italia”.

Nel bilancio complessivo di questa prima edizione della “Race”di Matera non si può non menzionare la Carovana della Prevenzione, il Programma Nazionale Itinerante di Komen Italia per la promozione della salute femminile promosso grazie alla collaborazione con Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS.

La Carovana operativa nei tre giorni della Race for the Cure all’interno del Villaggio della Salute al Parco del Castello per offrire, grazie alla partecipazione dei presidi ospedalieri della Regione Basilicata e con il contributo di Fondazione Johnson&Johnson, prestazioni gratuite per la prevenzione delle principali patologie oncologiche femminili.

“Nelle giornate di venerdì e sabato” come riporta il dott. Silvio Nicoletti del Comitato Clinico Scientifico Basilicata di Komen Italia “sono state erogate 735 prestazioni specialistiche gratuite per la prevenzione dei tumori del seno e ginecologici e prevenzione delle patologie cardio-vascolari e della tiroide, prevenzione del pavimento pelvico, consulenze con il genetista, consulenze ematochimiche, consulenze nutrizionali, consulenze di prevenzione visiva e di promozione dei corretti stili di vita”.

Numerosi i convegni e gli incontri di approfondimento ospitati dal villaggio. Anche il cinema e la musica sono stati protagonisti alla Race for the Cure, proprio con l’ospitata all’interno del Festival Culturale di Matera, grazie a “Voltati. Guarda. Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico” la campagna promossa da Pfizer, con il patrocinio di Fondazione AIOM e in collaborazione con Europa Donna Italia e Susan G. Komen Italia, per rompere il muro di silenzio intorno a questa malattia. Al Villaggio della Race for the Cure applausi a scena aperta per la proiezione speciale, alla presenza del cast artistico al completo del corto “La notte prima”, già presentato alla 75a Mostra del Cinema di Venezia. Presenti anche Antonia Liskova e Francesco Montanari, protagonisti del cortometraggio.

La Race si è conclusa con un momento di celebrazione delle Donne in Rosa, donne che stanno affrontando o hanno affrontato il tumore del seno: 20 palloncini rosa si sono levati verso il cielo con una coda di 200 metri di messaggi scritti nei 3 giorni dalle migliaia di visitatori del Villaggio.

La playlist “Race for the Cure” sul canale Youtube di TRM h24

Emozioni, parole, riflessioni per ricordare chi sta affrontando il tumore e chi, purtroppo, non è riuscito a sconfiggerlo. Una grande festa realizzata nel rispetto dell’ambiente: i palloncini non sono stati liberati in cielo proprio per diminuire l’impatto ambientale della manifestazione.

La Race for the Cure si è svolta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio di Fondazione Matera-Basilicata 2019 e del Comune di Matera, della Regione Basilicata, e della SIAE, con il Patrocinio e Contributo del Consiglio Regionale della Basilicata, con il Patrocinio e la partecipazione di CNA Impresa Donna e CNA Matera, del CONI, Fidal, Fipav, del Comitato Edufin, Commissione Difesa Vista Onlus.

La Race for the Cure si è avvalsa anche del contributo di numerose aziende, nazionali e locali, sensibili alle tematiche della salute e della prevenzione.

Fondamentale per questo successo  il contributo delle Aziende Partner sensibili alle tematiche della salute e della prevenzione come Johnson & Johnson, storico National Presenting Partner al fianco di Komen Italia da 20 anni, Aveeno Partner delle Donne in Rosa, vere protagoniste della Race. Inoltre, UnipolSai Partner per la Protezione di tutte le sei Race for the Cure del 2019.

La Race riceve anche il sostegno di numerose altre aziende, come Cattleya, i media partner Il Messaggero e TRM network, il fornitore ufficiale dell’acqua Lete oltre al supporto di molti partner locali.

L’organizzazione tecnica è affidata alla UISP Basilicata.

Destinazione dei Fondi e Progetti

Grazie ai fondi raccolti anche dalle Race for the Cure di Roma, Bari, Bologna e Brescia e con le tante altre iniziative istituzionali, dal 2000 a oggi l’Associazione ha investito più di 17 milioni di euro in oltre 850 nuovi progetti per la salute delle donne. In particolare, i fondi raccolti dalla Race for the Cure di Matera, saranno impiegati per la realizzazione di progetti di supporto alle donne operate e per iniziative di promozione della prevenzione nella Regione Basilicata. Il “Programma Educativo sui Tumori del Seno in Italia” ha permesso di realizzare oltre 1.700 sessioni gratuite di formazione ed educazione in 283 città italiane, a beneficio di oltre 67.692 partecipanti tra medici di base, infermieri, ostetriche, chirurghi, anatomopatologi, psicologi, ginecologi, radiologi e tecnici di radiologia e, recentemente, farmacisti, studenti, donne sane e donne malate. Inoltre, grazie ai Villaggi della Salute, realizzati anche in occasione delle Race for the Cure, e alle Giornate della Prevenzione, SUSAN G. KOMEN ITALIA ha offerto gratuitamente a donne in condizioni di difficoltà socio economiche o a rischio aumentato di tumore del seno, 113.231 tra visite senologiche, esami mammografici ed ecografici e prestazioni diagnostiche per altre patologie legate al mondo femminile e non solo. La KOMEN ITALIA ha anche erogato oltre 1.600.000 euro in premi di studio a giovani medici per sviluppare progetti di ricerca o perfezionamento clinico presso centri di eccellenza in Italia ed all’estero.

La gara e i premiati

A tagliare il traguardo per la categoria Donne in Rosa, l’ordine di arrivo vede al primo posto Marisa Russo, seguita da Enza Tricarico, Maria Luisa Ropa, Maria Lucia Tomaccio, Maria Antonietta Albanese. Nella categoria Uomini ha tagliato il traguardo per primo Giuseppe Trabace, seguito da Mario Antonini, Michele Clemente, Graziano Cotugno, Luigi Scupola. Premiati anche i primi 5 bambini: Andrea Paladino, Marco Ragni, Giovanni Inchingolo, Lia Campanile, Giorgio Inchingolo. Nella categoria Donne, prima arrivata Marisa Russo, seguita da Carola Maranitoro, Marianna Dore, Agata Chirico, Ilenia Filaretti.

Premiate anche le squadre più numerose che hanno contribuito al successo della prima edizione della Race di Matera.

Share Button