WWF, i primi squali sentinella nell’Adriatico

I primi 4 squali ‘sentinella’  della specie Verdesca (Prionace glauca) stanno nuotando nelle acque del basso Adriatico ‘raccontando’ in diretta dettagli sul loro comportamento, come
durata di immersione e spostamenti, grazie a speciali TAG satellitari precedentemente applicati dai ricercatori sugli animali.

È entrato così nel vivo il progetto Safesharks del WWF, condotto insieme a COISPA e INCA e che vede la collaborazione della comunità di pescatori di Monopoli. I quattro animali ‘taggati’ , tutti di un metro e mezzo circa di dimensione, sono stati i primi ad essere marcati nelle acque a nord del Gargano durante le normali battute di pesca. Dai primi dati sembra che gli animali si stiano spostando verso sud, ma in autunno si avranno maggiori dettagli che verranno analizzati in maniera approfondita.

Le verdesche catturate e poi liberate sono tra le specie di squalo più colpite dal fenomeno del bycatch (cattura accidentale): l’obiettivo del progetto Safesharks è proprio quello di valutare le probabilità di sopravvivenza degli squali che vengono catturati e realizzare con i pescatori le linee guida per una manipolazione e tecniche di rilascio ottimali.

Fonte: www.wwf.it

Foto: Facebook Coispa Tecnologia e ricerca

Share Button