Strade in Basilicata, tra cantieri e progetti il punto sulle infrastrutture regionali

In un periodo caratterizzato da traffico intenso per l’esodo estivo la questione strade lucane diventa sempre più attuale, soprattutto se si considerano i fatti di cronaca nera che i vari incidenti stradali accaduti sulle nostre arterie ci hanno consegnato la scorsa settimana.

La questione Basentana merita pertanto un focus approfondito e dedicato senza però dimenticare le altre e tante questioni che attengono alle infrastrutture più in generale.

Evitando che l’assenza di spartitraffico sulla statale 407 possa diventare un alibi per gli automobilisti poco prudenti alla guida, di fatto però la questione é quanto mai delicata. Negli scorsi giorni il sindaco di Salandra aveva affermato che a seguito di un colloquio con Anas sarebbero stati installati a breve gli sparti traffico sui lotti dell’arteria tra Calciano e Metaponto ma bisognerà vedere se arriveranno comunicazioni ufficiali. non solo Basentana però se si considera che da fonti Anas attualmente nella nostra regione sono attivi 21 cantieri per interventi di manutenzione e 4 per opere di nuova realizzazione. Di questi solo 6 hanno come termine di consegna il 2020 e 2021 mentre tutti gli altri dovevano essere giá conclusi ma attualmente soggetti a proroga.

Ed ancora la tratta ferroviaria Ferrandina – Matera – La Martella opera infrastrutturale strategica individuata come priorità dal decreto “sblocca cantieri” i cui lavori per la ferrovia sono iniziati ma nulla ancora si é attivato per il tratto su strada, si tratta di lavori programmati con un accordo quadro sottoscritto tra Regione e Governo centrale il 19 gennaio 2000 ma che a circa 20 anni di distanza ancora non sono ultimati.

Tanto é stato fatto però, come gli investimenti sul dissesto idrogeologico che hanno portato ad un finanziamento di 8 milioni di Euro da parte del ministero Ambiente nonché i recenti 49 milioni destinati alla tratta Tirrena inferiore grazie ad una delibera del CIPE che ha rimodulato il contratto di programmazione con ANAS. Nonostante ciò, é proprio il caso di dirlo, c’é ancora tanta strada da fare.

[USB Basilicata]

Share Button