Total, lavoratori e cittadini chiedono tutela per ambiente a salute

Tutela dell’ambiente, della salute e rispetto dei diritti è quanto ha chiesto una delegazione di lavoratori ed alcuni rappresentanti dei comitati di Corleto Perticara al nuovo Prefetto di Potenza Annunziato Verdè. In vista della presunta imminente apertura dello stabilimento Total di Tempa Rossa, i rappresentanti dei comitati “la voce di Corleto” e “Comitato per l’occupazione e la salvaguardia dell’ambiente” hanno voluto riaprire un tavolo di dialogo e trattativa, interrottosi in occasione delle elezioni regionali e del conseguente cambio di guardia in via Anzio. 

 

Il timore rappresentato al prefetto è che l’inizio dell’attività estrattiva non tenga conto delle necessità degli abitanti del territorio sia in termini occupazionali ma anche, e soprattutto, di tutela della salute e della salubrità dei luoghi adiacenti a Tempa Rossa.

Sulla delicata questione ambientale i comitati, in un documento presentato a sua eccellenza Verdè, chiedono rassicurazioni sulla gestione e modalità relative al monitoraggio, considerato come da alcune analisi in loro possesso e risalenti al 2015, sarebbero emersi valori relativi alla presenza di sostanze cancerogeni presenti nei terreni, superiori di 140 volte ai parametri consentiti dalla legge.

Sulla tutela del territorio i comitati chiedono di attenzionare tutte le aziende agricole presenti in prossimità del centro oli che, a loro dire, avrebbero subito danni durante il periodo di edificazione dello stabilimento. Inoltre il lavoro, affinché Tempa Rossa ed il suo indotto producano occupazione prima per gli abitanti dei comuni limitrofi che da tempo aspettano risposte in tal senso.

 

Share Button