Maturità, al via gli Esami di Stato 2019

Al via la Maturità 2019. Le porte delle scuole, questa mattina, si sono aperte a partire dalle 8.20. La Basilicata è la seconda Regione in Italia, dopo il Molise, con il maggior numero di studenti ammessi all’Esame di Stato. Adrenalina, ma anche serenità, con la consapevolezza di essere preparati. Più tensione per domani, quando si svolgerà la seconda prova che quest’anno sarà incentrata sulle materie caratterizzanti ciascun indirizzo di studio.

Per quanto riguarda le tracce, niente tema sull’ambiente, o analisi del testo su Leopardi, come la maggior parte degli studenti si aspettava. Giusta, invece, l’intuizione di molti sulla possibilità di doversi cimentare su autori del ‘900.

Per la Tipologia A, l’analisi del testo, infatti, i ragazzi hanno potuto scegliere tra “Il Porto Sepolto” di Giuseppe Ungaretti, poesia confluita nella raccolta L’allegria, e un brano tratto dal romanzo ‘Il giorno della civetta’, di Leonardo Sciascia, per quanto riguarda la prosa. Peri tre temi argomentativi della Tipologia B, invece, Corrado Stajano con “La cultura italiana del 900”, per l’ambito storico-politico, “L’importanza del patrimonio culturale” partendo da un libro di Tomaso Montanari, per quello artistico-letterario, e i brani di Steve Sloman e Philip Fernbach, tratti da “L’illusione della coscienza”, per quello tecnico-scientifico. Le due tracce di attualità della tipologia C, infine, sono state dedicate al Prefetto Carlo Alberto dalla Chiesa, martire di Stato ucciso dalla Mafia, e al ciclista, vincitore del Tour de France ’48, Gino Bartali.

Share Button