Matera 2019, Il progetto Duni Europa fa tappa a Salisburgo

Diventato uno dei fiori all’occhiello della rinascita della città lucana, eletta Capitale europea della Cultura 2019, il Conservatorio “Egidio Romualdo Duni” di Matera porta la musica dei suoi compositori in uno dei templi mondiali della musica, il Mozarteum di Salisburgo, nell’ambito del progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 “Duni Europa” coprodotto con Fondazione Matera Basilicata 2019 e in collaborazione con Società Italiana della Musica da Camera.

La sfida del progetto è quella di rendere accessibile a tutti la musica da camera, attraverso una serie di concerti internazionali, fra Matera, Salisburgo e Astana, in Kazakistan.

Il 5 maggio alle 19, nella sala maggiore (Großer Saal) del Mozarteum di Salisburgo, l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Matera, diretta da Francesco Di Mauro sarà protagonista di un concerto il cui programma è aperto e chiuso da due composizioni di autori lucani contemporanei: Antonello Tosto autore di Intanto a Matera… e Damiano D’Ambrosio, che firma Il Canto dei Sassi.

Al concerto partecipano in qualità di solisti Aiman Mussakhajayeva al violino, Adolfo Alejo alla viola, Chungwha Lim soprano e il duo pianistico Sergio Marchegiani e Marco Schiavo. Nel programma anche il Concerto per due pianoforti e orchestra in mi bemolle maggiore (KV 365), l’aria dal Don Giovanni (“Mi tradì quell’alma ingrata”) e la Sinfonia concertante per violino e viola in mi bemolle maggiore (KV 364) di Mozart e due brani della tradizione coreana, Dumulmori Arirang (Arirang of Love) di Geung-Soo Yim, e di Mukungwha Arirang di Deok- Ki Chung.

Il concerto verrà presentato in anteprima il 30 aprile alle 20 nell’Auditorium del Conservatorio di Matera e replicato il primo maggio nel comune di Ariano Irpino, Chiesa di Sant’Agostino e il 3 maggio a Casale Monferrato nel suo stupendo teatro Municipale prima della trasferta salisburghese.

 

Salisburgo, Großer Saal del Mozarteum 5 maggio 2019 (ore 19)

Anteprima: Matera, Auditorium del Conservatorio, 30 aprile 2019 (ore 20)
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

Fonte: Ufficio Stampa Fondazione Matera Basilicata 2019

 

Share Button