Autonomia differenziata, i medici non sono contrari “ma il Sud deve avere la stessa dignità del Nord”

Anelli (Fnomceo): “L’Italia è già divisa, dobbiamo evitare le sperequazioni verso il Mezzogiorno”

L’autonomia in sanità non è un tabù, va solo gestita evitando che il Mezzogiorno sia ulteriormente penalizzato. Il presidente nazionale dell’Ordine dei Medici Filippo Anelli ritiene importante discutere del tema, anche perché Regioni del Sud come la Puglia hanno dimostrato di essere affidabili anche  a livello finanziario. Anelli è intervenuto al Policlinico di Bari a un convegno sull’autonomia differenziata organizzato dal dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Bari.

 

Share Button