Caporalato in Basilicata. Simonetti: pronte misure per il ghetto “Felandina”

“La Regione Basilicata attende l’accreditamento dei fondi”

“Sono pronte le misure regionali per l’intervento di accoglienza anticaporalato nell’area del Metapontino per eliminare il ghetto ‘Fellandina’”. Lo annuncia, in un comunicato, Pietro Simonetti del Coordinamento politiche Migranti della Regione Basilicata.

Caporalato Basilicata – Il Ghetto “la Fellandina”

Il progetto “presentato al Ministero del Lavoro nello scorso maggio dello scorso anno – ha aggiunto Simonetti – è stato approvato e finanziato per l’accoglienza di 150 migranti stagionali. La Regione attende l’accreditamento dei fondi per l’adozione dell’avviso pubblico per il sito di accoglienza che prevede posti letto, area cottura, servizi igienici, trasporti con navette a prenotazione, servizi del centro impiego e socio sanitari”. Simonetti ha inoltre ricordato che “l’intervento, che rientra nel complessivo progetto anticaporalato delle cinque regioni del Sud, concordato con i Ministeri competenti e le Prefetture, è affiancato alle altre misure finanziante dal Pon legalità che comprendono il completamento del sito ‘Citta della Pace di Scanzano’, cento posti per accoglienza, formazione e ricerca anche per lavoratori migranti stagionali e quelli del Melfese/Bradano, per circa 400 posti nella ristrutturazione di beni della Regione Basilicata”.

Share Button