Proroga servizio TPL a Potenza. Bellettieri: “Seguite le norme”

“L’integrazione alla legge regionale in materia, del 25 settembre 2018, in modo chiaro e inequivocabile indica al Comune di Potenza che deve procedere alla prosecuzione del rapporto.” E’ quanto dichiarato dall’Assessore comunale alla Mobilità, Gerardo Bellettieri, in merito alla polemica che riguarda il bando di 6 mln di euro all’anno sul trasporto pubblico locale, scaduto il 31 dicembre scorso e riaffidato in proroga dall’amministrazione del capoluogo lucano alla ditta Trotta.

“Non facciamo altro che applicare le norme secondo dati oggettivi – ha spiegato – l’attività svolta dagli uffici segue la legge regionale 7 del 2014 che imponeva al comune di Potenza un bando di gara poi consumato alla luce di quello del trasporto regionale che doveva partire il primo gennaio e che non è più partito.” Secondo Bellettieri, la situazione attuale ha così imposto di proseguire con l’azienda romana. In contestazione con quanto sollevato in Sesta Commissione dal presidente Nolé, l’esponente della Giunta De Luca ha chiarito che si è sempre “lavorato per il bene dei cittadini. E’ evidente che ci sono delle visioni diverse delle norme ma non si tratta di un atto politico, semplicemente gestionale valutato dalle relazioni degli uffici legali”.

In merito alle proteste mosse dai sindacati sui tanti problemi riscontrati sul servizio, si dimentica “che Potenza – ha concluso Bellettieri – vede 309 corse quotidiane ed è fisiologico una soppressione del 3 o 4% per varie cause tra le quali il traffico, causato da 30 mila utenti in più da fuori città rispetto ai 70 mila residenti. Oltre ad avere un trasporto su gomma c’è il trasporto verticale che incide notevolmente sulle uscite del’Ente, ciò nonostante l’amministrazione soddisfa mensilmente tutte le retribuzioni dei lavoratori.”

Share Button