Criminalità. Matera perde il primato della provincia più sicura, diminuiscono i reati a Potenza

Anche quest’anno Matera non è la città più sicura d’Italia. Con il più 8% di reati denunciati si piazza alla 94esima posizione su 106 province. A Potenza invece dimuiscono del 3% , col capoluogo lucano in 103esima posizione.

E’ quanto emerge dallo studio sulla criminalità nelle province italiane elaborato in esclusiva dal Sole 24 Ore sui dati forniti dal Ministero dell’Interno relativi al 2017 e pubblicato sul quotidiano. Per le tipologie di delitto denunciato, ottime le posizioni di Matera per le violenze sessuali ( -40%) , per le rapine ( -33% ) e Potenza per i furti ( – 5%)– tra le ultime cinque province in Italia. Il Materano, invece, occupa la quarta posizione sul capitolo incendi segnando un + 229%. Sono proprio gli incendi tornati a divampare sul territorio nazionale, come accadde in anni passati, tanto che se ne contano in media 28,2 al giorno (+29% rispetto al 2016).

In generale crimini in calo del 2,3% in Italia. Secondo l’analisi sono 6.600 i reati commessi e denunciati nell’ultimo anno in Italia, circa 277 ogni ora. Restano nell’ombra, invece, i fenomeni di microcriminalit, anch’essi diffusi sul territorio, ma che per diversi motivi sfuggono al controllo delle autorità. Nel 2017 sono state denunciate in media 12,7 violenze sessuali al giorno, in crescita del 15%. La diffusione degli stupefacenti, poi, alimenta i delitti registrati (+10%), prevalentemente lo spaccio. In salita dell’8% anche i reati a sfondo economico, così come le truffe e frodi informatiche che cavalcano la progressiva diffusione di internet.E’ Milano la provincia italiana con il maggior numero dei reati denunciati, mentre Oristano, Pordenone e Belluno sono considerate le aree più sicure. Le province di Cagliari e Genova sono in testa per i reati legati agli stupefacenti, mentre quelle di Prato e Firenze per riciclaggio e impiego di denaro sporco. Trieste e Cagliari, invece, si contendono il primato negativo per il maggior numero di violenze sessuali denunciate. Trieste, inoltre, al primo posto anche per truffe e frodi informatiche, seguita da Milano e Cagliari. Confermata infine l’incidenza più elevata di furti di auto nelle province di Barletta Andria Trani e Bari.

Share Button