A Potenza la Peregrinatio della Madonna nera di Viggiano

Domenica l’arrivo nel capoluogo tra migliaia di fedeli, dove l’arcivescovo monsignor Ligorio ha affidati i temi territoriali a Maria con esplicito riferimento alle prossime elezioni regionali

Un fiume di gente ha accolto l’arrivo della Madonna Nera di Viggiano a Potenza. La Regina e Patrona lucana, dopo essere stata ospitata per una settimana a Matera quale tappa di fede in vista del suo ruolo da Capitale Europea della Cultura 2019, è stata accolta anche nel capoluogo regionale.

Prima la tappa presso la Casa Circondariale, dove i portatori di Maria hanno scortato l’effige sacra per una speciale preghiera insieme ai detenuti, poi all’Azienda Ospedaliera San Carlo, il monastero delle clarisse ed infine l’accoglienza ufficiale in Piazza 18 Agosto, dove la delegazione viggianese guidata dal Rettore del Santuario, Don Paolo D’Ambrosio, ha ricevuto il saluto delle massime rappresentanze della Diocesi di Potenza – Muro Lucano – Marsico Nuovo. Presenti migliaia di persone tra due ali di folla, confraternite locali e le associazioni che concorrono alle celebrazioni religiose e laiche in onore del Santo patrono Gerardo Della Porta, il prossimo anno ricordato in pompa magna nel nono centenario dalla morte. Importanti i temi territoriali nel segno dell’affidamento a Maria toccati nel suo saluto da Monsignor Salvatore Ligorio, dall’alto della balconata comunale dove erano presenti i sindaci di Potenza, Dario De Luca, e di Viggiano, Amedeo Cicala. In particolare, un esplicito riferimento alle prossime elezioni in Basilicata, dove – ha detto – “bisognerà mettere da parte l’individualismo per il bene comune.”

Commovente l’arrivo della Madonna Nera in Basilica Cattedrale per la Santa Messa. Vi rimarrà fino al 30 ottobre, giorno di San Gerardo e quando avverrà l’atto di consacrazione di Città Mariana.

Share Button