Sicurezza degli operatori sanitari. Illustrata mozione dai consiglieri lucani di Forza Italia

“Oggi è la giornata nazionale contro la violenza sugli operatori sanitari, che è un fenomeno in forte crescita: per questo vogliamo impegnare la giunta regionale con una mozione, per dare corso a un protocollo d’intesa che coinvolga il Prefetto e forze dell’ordine, per consentire che questi operatori possano svolgere il loro lavoro in serenità, specie per quei reparti che sono più soggetti a fenomeni di violenza”.

Lo ha detto stamani a Potenza il consigliere regionale Michele Napoli (Fi) presentando, con Paolo Castelluccio (Fi), la mozione “Aggressione ai sanitari, strumenti atti a garantire la sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie”.

Nella mozione si chiede alla giunta regionale di “promuovere l’adozione, da parte di ogni azienda ed ente del Servizio sanitario regionale, di ogni azione idonea a ridurre i fattori di rischio negli ambienti maggiormente esposti a comportamenti aggressivi e di violenza in danno degli esercenti le professioni sanitarie, mediante l’adozione di misure” come le telecamere a circuito chiuso, gli impianti di allarme, o i metal detector, “collegati a unità operative di pronto intervento”.

Secondo Napoli, i fondi possono essere reperiti da quelli del Servizio sanitario: “E’ un fenomeno in grande crescita – ha aggiunto il consigliere regionale – e anche la Basilicata deve dotarsi di un protocollo d’intesa per garantire la sicurezza, ad esempio nel pronto soccorso, o nel reparto di psichiatria. Sono fenomeni che vanno affrontati mettendo in campo tutte le misure di prevenzione”.

Share Button