Genova: il punto con il lucano Luigi D’Angelo, direttore operativo del coordinamento emergenze della Protezione Civile

Ferragosto di lutto a Genova, all’indomani del crollo del Ponte Morandi sull’autostrada A10. Le ricerche dei corpi e di eventuali superstiti sono andate avanti tutti la notte e proseguiranno nelle prossime ore. Sono più di 1000 gli operatori del Servizio nazionale impegnati nelle operazioni di soccorso: circa 300 vigili del fuoco e oltre 400 forze di polizia, ma anche volontariato, servizio sanitario e strutture locali di protezione civile.

Il responsabile dell’ufficio gestione delle emergenze del Dipartimento della Protezione civile , il potentino Luigi D’Angelo , in un’intervista telefonica per TRM network, fa il punto della situazione sulle ricerche dei corpi e di eventuali superstiti e sull’attività di coordinamento delle attività.  Riferimento anche al terremoto di ieri in Molise, avvertito nelle regioni meridionali. Guarda il video 

Share Button